I Carbonari Bikers centrano una splendida tripletta

17 Dic 2018
79 volte

I Carbonari Bikers chiudono in maniera memorabile la stagione sportiva 2018 grazie alla conquista di tre riconoscimenti per società.
Il team del Presidente Salvatore Viglietti si è infatti riversato, come uno sciame di locuste rossonere, sui percorsi di gara del Giro della Campania Off Road , del Trofeo dei Parchi Naturali e della Campania Enduro Cup, mietendo famelicamente una notevole messe di punti e, di conseguenza, dominando le classifiche dedicate alle squadre della competizione interregionale e di quelle regionali. La metafora biblica non può però spingersi oltre: i bikers partenopei, in virtù delle loro massicce partecipazioni, fungono da linfa vitale per il movimento delle Marathon e delle Granfondo campane, tanto da rivelarsi indispensabili per l’effettivo svolgimento di alcune tappe. È proprio la capacità di aggregare un numero così grande di atleti il vero segreto del team napoletano, una caratteristica che è retaggio delle origini espressamente escursionistiche del gruppo. Un club nato dalla passione di una piccola comitiva di amanti delle ruote grasse che si riuniva nelle sere invernali per discutere del proprio hobby. Proprio da questi incontri “segreti” nasce il nome, Carbonari Bikers, che stride fortemente con la mission del sodalizio. L’obiettivo principale resta, nonostante la proficua parentesi agonistica, la diffusione della Mountain Bike in tutti i suoi aspetti e sfaccettature. Non è assolutamente un caso che il Campionato Carbonaro, una competizione amichevole che premia gli escursionisti più assidui, sia molto sentito dai soci del club. Numerose e ben assortite sono le escursioni organizzate ogni anno dai Carbonari, concepite per accontentare ogni tipo di mountainbiker, dal neofita al palato fine. Dopo il primo timido approccio all’agonismo della scorsa stagione, conclusosi comunque con un sorprendente secondo posto nella classifica team del Giro della Campania, in questo 2018 i Carbonari hanno dimostrato di poter spostare a proprio piacimento gli equilibri dei circuiti. Il team rossonero è stato il più numeroso in otto delle tredici tappe del Giro della Campania, due delle quali valevoli anche per il Trofeo dei Parchi Naturali, fattore che è sintomo della capacità della società di guidare e incanalare l’incredibile amore per la maglia e lo spirito di abnegazione dei suoi tesserati. Schierare un grande numero di atleti ai nastri di partenza sarebbe stato sufficiente per vincere la classifica team del Giro della Campania fino allo scorso anno, per il 2018 il Comitato Regionale Campano F.C.I. ha compiuto una sostanziale modifica al regolamento. La classifica viene adesso compilata sommando i punteggi di tutti gli atleti in base ai piazzamenti di categoria. Tale cambiamento non si è rivelato penalizzante per i Carbonari che hanno dimostrato di poter contare non solo su molti biker ma, anche, su biker di qualità, in grado di piazzarsi molto spesso in zona punti. Le tre prestigiose vittorie sono il giusto coronamento di una stagione lunga e ricca di soddisfazioni che ha avuto inizio l’undici marzo con la Granfondo Parco del Sele, ed è proseguita già sui giusti binari sotto il diluvio di Moiano di una settimana dopo ma che ha spiccato definitivamente il volo con le tappe di Visciano, di Agropoli e della Vesuvio Mountain Bike Race. La marea rossonera si è poi spostata sull’Altopiano del Lago Laceno e ha compiuto la dura scalata del Monte Comune per avere la certezza di conquistare il primato del Giro della Campania Off Road. Per rendere ancor più memorabile un anno già straordinario si è rivelata necessaria una pacifica invasione a Palomonte per la Granfondo Montepalo – Tre Croci, designata a sorpresa come tappa finale del Trofeo dei Parchi Naturali. Non ancora sazi dei successi ottenuti in ambito XCM i Carbonari fanno tappa a Santo Stefano del Sole per la Santo Stefano Enduro, gara finale della Campania Enduro Cup.
L’ennesima dimostrazione di attaccamento alla causa carbonara dei suoi tesserati permette al team napoletano di imporsi anche in ambito gravity. Le due anime carbonare, rappresentate dagli escursionisti pure e dagli atleti, si sono riunite, insieme alle rispettive famiglie, il sedici dicembre nella splendida location del Moonrise di Castel Morrone, per festeggiare degnamente un anno rivelatosi proficuo al di là delle più rosee aspettative. Terminata la stagione è già tempo di pensare alla prossima, con l’intento di fare crescere ulteriormente il team, soprattutto la sua componente giovanile che si è già segnalata positivamente nel corso di quella appena terminata. I Giovanissimi Carbonari, seguiti già da quest’anno dal Direttore Sportivo Andrea Pedicini, parteciperanno ad un campionato appena nato, dedicato alla loro categoria, articolato in sette tappe di cui una tutta Carbonara che si svolgerà nell’ambito del Napoli Bike Festival il 12 maggio 2019.

Pietro Amelia

Responsabile MTB Comitato Campania dal 2001 al 2016

dal 2017 membro della Commissione Tecnica Nazionale.

Direttore Sportivo 2° Livello.

Atleta dal 1996 a tutt'oggi.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

Social

Le più popolari

Notizie Recenti